+39 010 2474640 info@sangoi.it

Gli impianti di autospurgo sono fondamentali per la pulizia di fognature e pozzi neri poiché in grado di agire in profondità e in modo efficiente. Il sistema inoltre vanta una pompa che creando il vuoto all’interno di una cisterna e con una pressione con forza inversa, determina l’apertura di un bocchettone che a sua volta aziona il meccanismo di aspirazione di ogni tipo di materiale ostruente.

Cos’è un impianto di autospurgo e come funziona?

Se intendi sapere cos’è un sistema di autospurgo e come funziona, la risposta è piuttosto semplice; infatti, immagina che sia simile ad un’aspirapolvere ma con il vantaggio che la forza del risucchio è molto più potente, e quindi in grado di aspirare qualsiasi tipo di materiale solido e liquido che ostruisce un impianto fognario. I moderni dispositivi di autospurgo sono dotati di un’attrezzatura di tipo combinata, ossia vantano una pompa aggiuntiva collegata ad un serbatoio di acqua pulita ideale per effettuare il lavaggio della condotta fognaria successivamente alla rimozione di fango e detriti che si erano accumulati. L’autospurgo in oggetto si può dunque considerare ideale per portare a buon fine qualsiasi intervento su scarichi fognari, e in grado di ottimizzarlo grazie a due operazioni ben distinte che entrambe le tipologie di pompe consentono di effettuare. Con quella di aspirazione si viene infatti a creare il vuoto all’interno della cisterna, e ciò consente di asportare tutti i materiali che si sono depositati nelle tubature. Una volta che queste ultime sono state liberate, può entrare in funzione la pompa dell’acqua pulita che lavora anch’essa ad una pressione alta, ossia fino a 150 bar e che serve per aspirare residui di fango e detriti, nonché in grado di eliminare a fondo le incrostazioni depositate all’interno delle condotte.

Le diverse tecnologie impiegate negli impianti di autospurgo

Rispetto agli anni precedenti, gli impianti di autospurgo oggi si avvalgono di nuove tecnologie in grado di rendere il processo di pulizia delle fognature molto più efficiente. La maggior parte delle ditte che offrono questo servizio, utilizzano ad esempio idropulitrici ad alta pressione, adottano sistemi di videoispezione e tecniche di spazzolamento tutte fondamentali e quindi importanti da analizzare a fondo.

  • Idropulitrici ad alta pressione

Questa tipologia di idropulitrice rappresenta una delle innovazioni tecnologiche maggiormente in uso oggi negli impianti di autospurgo. Si tratta nello specifico di un macchinario che utilizza acqua ad alta pressione ideale per rimuovere tutti i detriti presenti nelle fognature, garantendo nel contempo una pulizia accurata e profonda.

  • Sistemi di videoispezione

Come si evince dalla denominazione stessa, la videoispezione è un sistema utilizzato per individuare con la massima precisione in quale punto è presente un’ostruzione nel sistema fognario. Nello specifico si tratta di un dispositivo che si avvale di piccole e filiformi videocamere che vengono assemblate su speciali sonde anch’esse molto sottili, e quindi ideali per fornire immagini in larghezza e lunghezza nella parte interna delle condotte favorendo l’individuazione del punto in cui si è verificata l’ostruzione.

  • Tecniche di spazzolamento

Tra le moderne innovazioni che vengono utilizzate negli impianti di autospurgo ci sono le tecniche di spazzolamento, ideali per rimuovere dalle condotte fognarie incrostazioni particolarmente ostili e resistenti alla forte pressione delle pompe idropulitrici. In pratica si tratta di spazzole rotanti assemblate su delle barre telescopiche e che possono muoversi agevolmente su tutta la circonferenza interna delle condotte fognarie garantendo una pulizia accurata e duratura.

L’importanza degli impianti di autospurgo nella gestione dei rifiuti

Se ti stai chiedendo per quale motivo l’autospurgo viene considerato importante nella gestione dei rifiuti, la risposta è breve ed esaustiva; infatti, gli accumuli di questi materiali tendono a causare svariati problemi all’ambiente poiché contaminano aria, suolo e acqua con conseguenti effetti nocivi sulla salute umana. La rimozione dei rifiuti tramite l’autospurgo si rivela tra l’altro fondamentale per impedire la contaminazione delle acque sia superficiali che sotterranee, evitando quindi che possano fuoriuscire in modo anomalo inquinando fiumi, laghi e mare con una conseguente morte di flora e fauna in essi presenti. Inoltre asportare i rifiuti dalle cavità sotterranee e negli impianti fognari tramite l’autospurgo, serve anche per scongiurare il propagarsi di cattivi odori negli ambienti circostanti e soprattutto la proliferazione di batteri dannosi per la salute umana.

La futura evoluzione degli impianti di autospurgo e le loro potenzialità di impatto sulle comunità e sull’ambiente

Per mantenere efficiente e rendere nel contempo sicuro un impianto fognario garantendo cioè che il deflusso delle acque reflue avvenga correttamente e senza ostruzioni, l’autospurgo è fondamentale. Inoltre se eseguito in modo professionale e con le più moderne tecnologie, si rivela essenziale per l’ambiente e per le comunità che ci vivono. Essendo la natura uno dei punti cruciali su cui ci si sofferma oggi con maggior attenzione, si deduce che un impianto di autospurgo professionale è a dir poco fondamentale. Tutte le condotte fognarie per evitare che diventino vetuste e inefficienti vanno periodicamente ispezionate e pulite, quindi è opportuno pianificarne la manutenzione utilizzando attrezzature all’avanguardia.